Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Bilancio e tributi

Rendiconto esercizio 2014

primi sui motori con e-max

bilancioCon l'approvazione del Bilancio Consuntivo nel Consiglio Comunale del 29 aprile si è chiuso il primo anno della nostra amministrazione.

Quando ci siamo insediati il 27 maggio dello scorso anno...

abbiamo potuto appurare che su un bilancio corrente per complessivi 5.126.988 euro, erano già state impegnate spese correnti per complessivi 3.948.165 euro (77%).

Erano rimaste ancora da impegnare le spese fisse, gli interessi per i mutui, i contributi per il diritto allo studio, le spese per azienda sociale (aumentate rispetto al precedente anno di 50.000 euro), le spese per la Fiera di S. Martino e il fondo accessorio per il personale.

Questo non ci ha lasciato gli spazi finanziari per caratterizzare più incisivamente quest'anno.

Il 2014 ha chiuso con una spesa corrente in calo per il nostro comune di 873.077 euro,di cui 611.832 di quota destinata allo stato per il Fondo di Solidarietà Comunale e 261.244 di effettivi risparmi.

Questi alcuni dei risparmi più significativi:

- 7.000 euro di spesa per gli amministratori;

- 10.000 euro nella spesa per le pulizie;

- 57.000 euro di spesa per incarichi professionali e consulenze legali;

- 180.000 euro sul servizio smaltimento rifiuti.

Abbiamo invece incrementato la spesa per il sociale di 50.000 euro a seguito di maggiori interventi.

Il calo della spesa corrente non ha colpito i servizi alla cittadinanza, che non hanno subito alcuna riduzione, anzi è aumentato significativamente il numero dei buoni voucher per lavori di manutenzione e giardinaggio che sono passati dai 6 (gennaio-maggio 2014) a 19 nei mesi successivi.

Riguardo le entrate abbiamo subito ulteriori tagli da parte dello Stato.

Le minori entrate verificatesi sono state compensate con l'anticipo di un anno dell'aumento dell'aliquota sull'addizionale Irpef, che è passata dal 2 al 4 per mille, che ha portato nelle casse comunali 370.000 euro in più.

Con l'addizionale Irpef sono stati:

- compensati tagli statali per circa 100.000 euro;

- finanziata una maggior spesa sociale per 50.000 euro;

- eliminati i finanziamenti della spesa corrente con gli oneri di urbanizzazione per circa 280.000 euro.

Questo aumento tuttavia non colpisce indiscriminatamente tutti i cittadini, sono esenti infatti i redditi fino a 15.000 euro.

Questa decisione non è stata presa con leggerezza, ma dopo un attenta valutazione della situazione finanziaria. Sappiamo che la crisi ha inciso profondamente e per questo abbiamo evitato di toccare le fasce più deboli.

Relativamente alla spesa in conto capitale nel bilancio di previsione approvato il 29 settembre prevedevamo un entrata da oneri di urbanizzazione di 500.000 euro, in linea con gli anni precedenti: questo non si è realizzato, e infatti chiudiamo il bilancio con circa metà della somma, poco meno di 250.000 euro.

Sommando gli oneri con altre entrate da concessioni cimiteriali e trasferimenti regionali , si è comunque riusciti a finanziare, per complessivi 334.102 euro:

- la pista ciclabile di Via Cavour;

- la sistemazione di alcune vie cittadine;

- la costruzione di alcuni loculi cimiteriali;

- la videosorveglianza ed altre attrezzature per la sicurezza.

Le opere sono in corso di esecuzione e, essendo partite subito dopo l'approvazione del bilancio, il 29/09/2014, saranno portate a termine per la metà del 2015.

Relativamente al patto di stabilità, diventato sempre più rigido, nel 2014 abbiamo provveduto a onorare i pagamenti che dovevano essere onorati nel 2013, senza aver alcun margine per poter effettuare spese relative all'anno 2014, che sono state pagate nei primi mesi del 2015.

Facebook

Twitter