Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Se questa è opposizione

La risposta di RP alla Mozione di sfiducia della Lega Nord

primi sui motori con e-max

Nel Consiglio Comunale di venerdì scorso è stata discussa la mozione di sfiducia al Sindaco Sara Bettinelli in qualità di Assessore al Bilancio presentata dal Gruppo Lega Nord e votata anche dal gruppo Forze Popolari.

Di seguito l'intervento del Capogruppo di Rinnovamento Popolare Giovanni Crespi:

In relazione alla mozione di sfiducia presentata dal consigliere Garagiola si potrebbe dire quanto segue:

 

non si è mai proceduto ad alcun rinvio dell’approvazione delle aliquote relative alla tassa Tari nel 2014 né relative ad altri tributi; forse il consigliere si è confuso con il Regolamento che non riguardava certo la Tari, che come ben si sa è la tassa sui rifiuti, ma la Tasi, il tributo per i servizi indivisibili che venne approvato nei termini di legge;

 

per quanto riguarda la più volte richiamata tassa sui passi carrai non si comprende, se vi sono state inadempienze da parte dell’Assessore al bilancio, per quale motivazione si sia dovuto procedere ben venti anni dopo la delibera citata, alla approvazione all’unanimità, quindi con voto favorevole anche del Consigliere Garagiola, di una modifica del Regolamento Tosap disponendo la disapplicazione della tassa e rendendo così, dopo venti anni, legittima la sua non previsione a bilancio;

 

per quanto concerne la vostra affermazione relativa alla irregolarità dei documenti consegnati brevi manu ai Capigruppo al solo scopo di agevolarli nella lettura del nuovo bilancio che non li prevedeva più in tale forma, l’affermazione non corrisponde al vero, come tutti i soggetti preposti (ragioniere, revisore dei conti di nomina prefettizia e segretario comunale) hanno certificato.

 

In primo luogo, non si comprende come mai in sede di Consiglio Comunale si sia dichiarato “di non farla più grande di quella che è” e ci troviamo ora a discutere di una mozione di sfiducia, che nella storia di questo Consiglio Comunale non è mai stata rivolta nemmeno a persone indagate, ed in secondo luogo si potrebbe dire che altri, non appartenenti alla amministrazione, ma agli uffici preposti, hanno già chiarito come è andata la vicenda, ma evidentemente non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

 

Si potrebbe dire tutto ciò, se la cosa importante fosse di discutere nel merito delle questioni, cosa che peraltro è già stata fatta nei vari Consigli Comunali, ma possiamo pensare che questa non sia la finalità che il proponente si è posto.

 

Fin dall’insediamento di questa amministrazione l’attività delle minoranze è stata volta a delegittimare le persone, non a discutere o avanzare proposte realistiche ed alternative, che dovrebbe essere il vero compito di una minoranza, e di cui in tre anni non abbiamo visto traccia.

 

Si è iniziato accusando alcuni Assessori e Consiglieri di essersi resi responsabili di reato di falso, poi si è affermato che la Giunta era illegittima, fino ad arrivare a un volantino con una frase violenta “un governo… che va cacciato via a mazze e pietre” per il quale nessuna voce di critica dal tavolo delle minoranze si è mai alzata.

 

Ed evitiamo di commentare quanto leggiamo sul social del consigliere Garagiola, che a un commento “sindaco…va a ciapàl.... rimbambi”, risponde con un “mi piace”, dando prova della correttezza istituzionale che lo anima.

 

Cosa otterrà questa mozione? Titoli di giornale forse, commenti sui social certamente, ma nulla a favore della Comunità di Inveruno e Furato.

 

Questa amministrazione è a totale disposizione delle minoranze quando vi è da discutere di questioni concrete per la nostra comunità, come abbiamo già ampiamente dimostrato. Quando la questione invece è di entrare a far parte di una campagna priva di contenuti concreti ma esclusivamente propagandistica e denigratoria, ci dispiace, in noi non troverete sponda.

Attaccano le indennità dell'Amministrazione e fanno un clamoroso autogol

primi sui motori con e-max

Forse qualcuno ricorderà che la proposta di emendamento al bilancio era già stata presentata da Forze Popolari all’inizio del nostro mandato. Tanto ansiosi di ridurre le NOSTRE indennità a vantaggio dei meno abbienti, non lo erano mai stati in tutti gli anni in cui le percepivano LORO. 

Qui di seguito riportiamo la tabella dei compensi NETTI di Sindaco e Assessori nella passata 

Non sono nemmeno capaci di presentare gli emendamenti

primi sui motori con e-max

E’ facoltà delle minoranze di presentare emendamenti al bilancio entro 10 giorni prima del Consiglio Comunale. Per l’ultimo Consiglio ne erano arrivati due. 

Il primo, della Lega, chiedeva di togliere 1000 euro dal capitolo Fiera e 1000 euro dal capitolo Informatizzazione per destinarli alla Polizia Municipale. Piccolo particolare, il capitolo da loro proposto riguardava la cancelleria, i cui acquisti sono stati ora centralizzati per ottenere maggiori economie di scala. Magari approfondire le questioni tecniche prima di presentare emendamenti permetterebbe di non presentarne di assurdi. 

Il secondo, di Forze Popolari, proponeva di ridurre le indennità di Sindaco e Giunta per destinarle ai voucher sociali. Piccolo particolare, i voucher erano stati nel frattempo aboliti con decreto legge 25 del 17 marzo 2017, cioè 13 giorni prima che loro presentassero l’emendamento (30 marzo). Solo grazie alla slittamento dell’approvazione del bilancio per la vicenda dei passi carrai si sono accorti dell’errore ed hanno ripresentato l’emendamento togliendo ogni riferimento ai voucher…

Ogni commento è superfluo.

Hanno fatto saltare un consiglio comunale

primi sui motori con e-max

Prima di ogni Consiglio Comunale tutti gli argomenti all’ordine del giorno DEVONO essere discussi nelle apposite commissioni Finanze Territorio e Ambiente, che sono composte da Consiglieri di maggioranza e di opposizione. 

Ad Inveruno, unico fra tutti i Comuni di cui siamo a conoscenza, i Presidenti e i Vicepresidenti delle due commissioni sono per consuetudine scelti tra i membri dell’opposizione, e hanno fra gli altri il compito di convocare le rispettive commissioni prima di ogni Consiglio nei tempi dovuti.

Quando eravamo all’opposizione, solitamente ci veniva COMUNICATA la data in cui la maggioranza aveva stabilito di svolgere il Consiglio Comunale e anche la data in cui i Consiglieri di maggioranza erano disponibili per le commissioni. In cinque anni, non ci è mai venuto in mente di mettere in discussione la data che ci veniva proposta. Candidarsi al ruolo di Consigliere Comunale è una libera scelta, e se lo si fa ci si mette a disposizione nei tempi e nei modi che l’attività comunale richiede. Questa è sempre stata la nostra posizione.

Da quando siamo Amministrazione, nei limiti del possibile e di ciò che prescrive il Regolamento, abbiamo cercato di venire incontro alle esigenze delle minoranze, facendo sempre precedere comunicazione informale a quella ufficiale. Ma il loro atteggiamento è stato da subito negativo. Ad ogni Consiglio Comunale continue proteste rispetto allo scarso preavviso (sempre nei termini, naturalmente); alla data stabilita che, secondo loro, avremmo dovuto ogni volta concordare (cosa assolutamente non prevista dal regolamento e mai avvenuta quando erano loro ad amministrare); spesso difficoltà ad ottenere la convocazione delle commissioni nei tempi debiti…

Finché, nello scorso mese di novembre, si è arrivati ad un episodio veramente inaccettabile

Tutte le sante settimane....

primi sui motori con e-max

Ci rendiamo conto che trovare tutte le settimane motivi di polemica con l'attuale amministrazione per poter riempire le pagine inverunesi dei due  giornali locali può essere complicato, e che perciò a volte, anche sforzandosi, non si trovi niente e che si scelga di polemizzare sul nulla.

Perciò, mentre si sprecano inviti a sfrattare il Sindaco e la sua amministrazione "non in grado di programmare il futuro", si impreca contro la nuova raccolta di rifiuti, si chiedono demagogicamente più ore di apertura dell'ecocentro e minori costi per i cittadini.

Si mostrano foto di alberi capitozzati (dalla precedente Amministrazione) e di marciapiedi disastrati (nei vent'anni della precedente Amministrazione).

Programmare il futuro! In effetti noi abbiamo questa ambizione, che non centra niente con l'ideologia, parola abusata dalle opposizioni, ma coi fatti.Per questo abbiamo messo mano alla situazione "area Belloli", che si trascinava da 23 anni, fatto sgomberare con decisione 400 big bag di amianto, stipulato una convenzione col Politecnico per un master plan, cominciato a lavorare per restituire alla comunità un area lasciata marcire per troppo tempo.

La nuova raccolta rifiuti, oltre a farci risparmiare 100.000 euro l'anno, è pensata con lo sguardo rivolto alle generazioni future che, noi siamo sicuri, saranno più brave a differenziare e a ridurre sprechi. Siamo convinti che educazione ed una più alta coscienza civica siano l'antidoto all'abbandono dei rifiuti, senza rinunciare a qualche sanzione comminata con l'aiuto delle nuove videocamere.

E a proposito di visione del futuro alcuni anni fa Rinnovamento Popolare raccolse, in completa solitudine, 1200 firme contro l'acquisto dell'area conosciuta come "oasi dei pescatori". La nostra petizione fu ignorata e si procedette all'acquisto; ora la bonifica del sito costituisce un serio problema per tutta la comunità e un enorme costo che graverà sulle spalle di tutti noi.

Ogni cosa, anche la più normale, può essere deformata e falsificata in funzione polemica o di propaganda, ma, come abbiamo già ribadito tante volte, i nodi vengono al pettine e le somme si tirano alla fine.

I consiglieri comunali di Rinnovamento Popolare

  

Se questa è opposizione...

primi sui motori con e-max

Tutte le sante settimane.... e uno

primi sui motori con e-max

inveruno piazzaweb

Ci rendiamo conto che trovare tutte le settimane motivi di polemica con l'attuale amministrazione per poter riempire le pagine inverunesi dei due giornali locali può essere complicato e che perciò a volte, anche sforzandosi, non si trovi niente ma si polemizzi lo stesso sul nulla.

E così una delle riunioni in vista della fiera di S. Martino con la presenza di alcuni volontari, che daranno una mano in quei giorni senza peraltro ricevere alcun compenso, diventa una riunione di giunta in cui i parenti del Sindaco decidono i destini di Inveruno.

Facebook

Twitter

Newsletter



Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

Login Form